wellMe.it

Switch to desktop

Il gene dell'eterna giovinezza esiste

Piu' informazioni su: elisir di lunga vita geni

Elisir di lunga vita racchiuso in un gene: i biologi della University of California di Berkeley, hanno fatto letteralmente tornare indietro l'orologio molecolare di alcuni topi immettendo nel loro sangue alcune cellule staminali e attivando una specie di gene della longevità.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto che il gene SIRT3 contribuisce all'invecchiamento delle cellule staminali del sangue. Così, hanno indotto le cellule staminali del sangue di alcuni topi vecchi a produrre più SIRT3, proteina della classe delle sirtuine inserendo nelle cellule staminali del sangue dei topi un trattamento potenziato.

Per misurare gli effetti dell'invecchiamento, i ricercatori hanno studiato la funzione delle cellule staminali adulte, responsabili del mantenimento e della riparazione dei tessuti, una funzione che si perde con l'età. Poi hanno analizzato le cellule staminali del sangue, capaci di ricostruire completamente il sistema sanguigno.

"Sappiamo già che le sirtuine regolano l'invecchiamento, ma il nostro studio è in realtà il primo che dimostra che esse sono in grado di invertire l'invecchiamento associato alla degenerazione", ha affermato il ricercatore principale Danica Chen, dell'UC Berkeley. "Questo apre la porta a potenziali trattamenti per le malattie degenerative legate all'età"

Lo studio è stato pubblicato su Cell Reports.

© Copyright 2009-2013 - wellMe.it è supplemento di GreenMe.it è Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001

Top Desktop version